in

Sassari, aggredito col coltello e derubato mentre è fermo al semaforo

Aggredito e minacciato con un coltello, per poi essere derubato da due malviventi.

E’ accaduto a Sassari, nel quartiere Latte Dolce. La vittima è un uomo di 48 anni, che è stato sorpreso in auto, mentre era fermo al semaforo, di ritorno dal lavoro.

A denunciare l’episodio è il direttivo della Lega sezione di Sassari. Ed è la stessa Lega a chiedere provvedimenti urgenti all’amministrazione comunale.

“Ci chiediamo – si legge in una nota diramata dal Carroccio – quale sia la posizione del sindaco sulla sicurezza in città, dato che pare molto attento ad ottenere visibilità mediatica con ordinanze inutili come quella sul divieto di fumo in luoghi pubblici, ma troppo distante dai problemi reali”.

“Ad oggi – incalza la Lega per voce della coordinatrice locale Marina Puddinu – nulla è stato fatto sulla sicurezza e non possiamo certo permettere che la città diventi preda della criminalità. Come Lega vogliamo che i sassaresi possano essere tranquilli di vivere la città e di poter tornare nelle proprie famiglie senza correre il rischio di aggressioni. Vogliamo evitare che fatti del genere possano ripetersi in futuro”.

(Unioneonline/l.f.)

continua a leggere su: L’Unione Sarda

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Sassari, nonna Peppa: 98 anni speciali con gli auguri del “nipotino” Marco Spissu

Uniss: Gavino Mariotti è il nuovo rettore