in

Laerru, su 175 test rapidi sei positivi al coronavirus

Oggi a Laerru, nella palestra comunale, sono stati eseguiti 175 test rapidi naso-faringei.

I test sono stati riservati alle persone più esposte al contagio, tra le quali anziani, commercianti e coloro che soffrono di altre patologie. Purtroppo sei persone sono risultate positive, che sono state segnalate all’Ats. Già stabilita la rete dei contatti, in quarantena.

A Laerru salgono quindi a 21 i casi di Covid-19: “Come Giunta abbiamo investito 6mila euro per questi screening di massa – spiega il sindaco Massimiliano Manca -. La prossima settimana si eseguiranno altri 175 tamponi”. I test sono stati eseguiti materialmente, in maniera gratuita, dall’ex sindaco Pietro Moro, medico di professione.

A Mores, centro del Meilogu, il sindaco Peppino Ibba in un’ordinanza ha inasprito le restrizioni. Sino al 29 novembre bar e pub potranno rimanere aperti solo dalle 6 alle 14.

Al massimo all’interno, indipendentemente dalla superficie, non potranno essere presenti più di 8 persone, 2 per tavolino. Per tutto il mese di novembre e dicembre interrotto qualsiasi tipo di manifestazione pubblica o privata che generi assembramenti, comprese le processioni.

“Come Giunta stiamo predisponendo un contributo economico per i gestori di bar e pub, maggiormente esposti a queste restrizioni – commenta il sindaco di Mores Peppino Ibba -. Questa settimana verranno eseguiti 320 test rapidi, compresi alunni delle elementari e studenti delle scuole medie”. In paese sono attualmente 31 le persone positive al coronavirus.

continua a leggere su: L’Unione Sarda

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Olbia, arrestato un 31enne per spaccio di cocaina e denunciato il padre per resistenza agli agenti

CPI Sassari riqualifica il monumento del pittore sassarese Giuseppe Biasi