Rio Mannu, 500mila euro contro le inondazioni

0
3

Arrivano i fondi dalla Regione per la progettazione della “difesa idraulica” Il primo lotto dei lavori da 5 milioni è in attesa della valutazione ambientaledi Gavino Masia

19 Novembre 2020

PORTO TORRES. Nei dieci milioni stanziati dalla Regione in favore dei Comuni – per portare a termine la progettazione di 29 interventi di mitigazione al rischio idrogeologico – ci sono anche 500mila euro destinati al Comune di Porto Torres per la difesa idraulica dalle inondazioni del rio Mannu. Si tratta di un finanziamento inserito nell’ultima seduta di giunta regionale, su proposta dell’assessorato ai Lavori pubblici, mentre l’intervento complessivo è stato inserito nella richiesta inviata al ministero dell’Ambiente per l’inserimento tra le opere strategiche.La Regione ha infatti presentato allo stesso Ministero il programma di interventi infrastrutturali relativi alla mitigazione del rischio idrogeologico da inserire nel Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnnr), che l’Italia si appresta a definire in previsione dell’attuazione del Recovery Fund. Il piano prevede infatti cinquantacinque interventi pari a 378 milioni di euro, suddivisi per grandi e piccoli Comuni dislocati in tutte le province sarde e individuati secondo criteri coerenti con le disposizioni nazionali. Gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico proposti dalla Regione sono suddivisi per “Interventi fondo progettazione”, “Interventi ReNDiS cantierabili 12 mesi”, “Interventi transizione verde”: l’intervento relativo a Porto Torres fa parte di questa ultima fattispecie. L’importo richiesto è pari a 5 milioni e 540mila euro, a cui si aggiungono i 500mila euro appena stanziati dalla Regione per la progettazione dell’intervento. Esiste comunque già un finanziamento di 5 milioni e 229mila euro per un primo lotto del rio Mannu, attualmente in fase di Valutazione di impatto ambientale e che va a valere sui fondi di un piano integrato territoriale. Con i 5,4 milioni del Pnnr si completerebbe poi l’intervento. «Abbiamo individuato tutti gli interventi che possono accedere ai finanziamenti europei perché coerenti con gli obiettivi posti in essere da Bruxelles – dice l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Frongia – e sulla base di questi abbiamo stilato un piano di intervento in grado di dare sollievo a numerosi Comuni sardi rispondendo alla necessità di sicurezza dei territori più esposti al rischio idrogeologico: tra questi c’è Porto Torres. Ma non ci siamo limitati a questo – aggiunge -, perché per evitare che l’intervento potesse divenire l’ennesima incompiuta (contro cui stiamo lottando con decisione in tutto il territorio regionale) abbiamo valutato come misura necessaria provvedere fin da subito a coprire finanziariamente la progettazione con 500mila euro».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome