Truffe on line sul cellulare: «Attenzione ai dati che inserite»

0
7

SASSARI. La frode telematica ai danni di un sassarese che si è visto prelevare dal conto 55mila euro semplicemente aprendo un sms in arrivo ha riportato alla ribalta il problema delle frodi on line….
SASSARI. La frode telematica ai danni di un sassarese che si è visto prelevare dal conto 55mila euro semplicemente aprendo un sms in arrivo ha riportato alla ribalta il problema delle frodi on line. Per fortuna questa volta gli agenti della squadra mobile della Questura di Sassari sono riusciti ad identificare e denunciare per truffa un 44enne e un 47enne, entrambi napoletani con precedenti di polizia. La vittima, però, non è ancora riuscita a recuperare per intero la somma sottratta. «Il fenomeno “sim swap fraud” è iniziato negli Stati Uniti e già dal 2015 si è avuta notizia dei primi casi in Italia – spiega Alessandro Rossetti, della Business Unit Digital Trust di Soft Strategy –. Un tipo di reato che si sta verificando sempre più spesso anche nel nostro paese. La raccolta illecita di dati personali e password può essere fatta in molti modi- prosegue Rossetti – a partire dal cosiddetto “web scraping” dei social network. Bisogna prestare sempre particolare attenzione a ciò che decidiamo di diffondere online e di installare sui nostri smartphone, esaminandone attentamente le condizioni d’uso, i dati ai quali si presta il consenso ad accedere e le relative licenze d’uso. Si raccomanda inoltre di curare particolarmente la sicurezza delle proprie password conservandole mediante l’utilizzo di appositi password manager o dispositivi di sicurezza a due fattori come le chiavi di sicurezza hardware. E nel caso in cui il telefono non riesca a connettersi per più di pochi minuti… contattare immediatamente la propria banca».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome