La Dinamo Banco di Sardegna stacca il biglietto per la Final Four di Supercoppa

0
14

La Dinamo Banco di Sardegna si qualifica per la quinta volta alla corsa alla Supercoppa Italiana: i ragazzi di coach Gianmarco Pozzecco combattono per 40’ contro un’agguerrita VL Pesaro e perdono di misura ma, forti del +15 dell’andata, staccano il biglietto per la Final FOur in programma dal 18 al 20 a Bologna.Devecchi e compagni respingono l’approccio aggressivo della compagine marchigiana che nel primo quarto firma un +5, e chiude avanti al 20’ (50-48). Al rientro dall’intervallo lungo gli uomini di Repesa danno tutto e si riprendono l’inerzia del match fino al +7: è ancora un lavoro di squadra, con Bendzius, Tillman, Burnell e Bilan a trascinare il Banco, a riportare i sassaresi in parità (65-65). Nell’ultima frazione la stanchezza limita le prestazioni offensive dei sassaresi che però contengono gli avversari e chiudono 78-81.Domani alle 12 ci sarà il sorteggio in diretta per gli accoppiamenti delle semifinali che si disputeranno venerdì 18 settembre: a contendersi la Supercoppa Italiana 2020 saranno, insieme alla Dinamo, l’Olimpia Milano, la Virtus Bologna e la Reyer Venezia.Dinamo-Pesaro. Starting five biancoblu con Spissu, Bilan, Burnell,Bendzius e Gentile, coach Repesa risponde con Massenat, Cain, Robinson, Filipovity, Delfino. L’asse Bendzius-Burnell mette a referto i primi punti, Delfino apre le danze per gli avversari. I marchigiani partono aggressivi e si portano subito avanti con Robinson e Filipovity: due triple di Bendzius scrivono il 9 pari. Ma la Vuelle piazza un break di 5 punti, non ci sta il Banco che accorcia con il tiro da fuori di JB (12-15). Cain tiene avanti i suoi monetizzando i falli dei sassaresi: ottimo impatto di Justin Tillman sulla partita. Il giocatore di Detroit spinge i suoi a un parziale di 7-2 che riporta la Dinamo in parità a quota 21 punti. Il floater di Spissu sigla il sorpasso biancoblu, Cain risponde ma la tripla di Tillman e il canestro di Spissu chiudono la prima frazione 28-23, grazie a un break di 12-2 in favore dei sardi. È ancora il numero 23 ad aprire il secondo quarto, suo il canestro del +7 e la stoppata su Basso: Pesaro accorcia con Robinson che bombarda dall’arco. Gli uomini di Repesa si riportano a un solo punto di distanza con il contropiede di Tambone e coach Pozzecco ci vuole parlare su. Pusica si iscrive a referto dai 6.75, Robinson gli risponde con la stessa moneta. Il Banco però mette la testa avanti con la bomba di Pusica, bomba di Drell per la parità: le due squadre si fronteggiano punto a punto. Nel finale concitato la Dinamo si porta avanti con un Tillman, ormai oltre la doppia cifra: botta e risposta dalla lunga distanza tra Kruslin e Delfino. Bendizius infila la tripla che chiude il primo tempo in vantaggio per i giganti (50-48). Nel secondo tempo Pesaro rientra aggressiva dagli spogliatoi: gli uomini di Jasmin Repesa firmano un 10-2 trascinati da Tyler Cain a quota 15 punti con 5/5 da due, che porta la VL sul +6 (52-56). Chiama minuto coach Pozzecco ma i suoi incespicano ancora in attacco. Pusica accende la reazione del Banco con la tripla che accorcia le distanze: i biancoblu aprono un parziale di 9-2 che colma il gap. Con 3’ da giocare nella terza frazione il tabellone dice 62 pari: fondamentale l’apporto di Tillman che raggiunge quota 15 punti nonostante la fatica. Dall’altra parte del campo anche i marchigiani faticano a trovare il canestro mentre Burnell a cronometro fermo riporta la Dinamo avanti. Risponde Robinson ormai oltre il ventello, mentre viene sanzionata la quarta infrazione a Spissu e Tillman, riducendo le rotazioni del Poz. L’appoggio morbido fi Bilan dice 65 pari al 30’. Nell’ultimo quarto sono 6 punti consecutivi di Bendzius a trascinare il Banco avanti, Pesaro però non molla e resta lì con Robinson e la schiacciata di Filipovity (73-72). La Vuelle si prende l’inerzia della partita e piazza un break di 6 lunghezze che dice 75-81. Timeout Dinamo: i giganti accorciano e si riportano a un possesso di distanza. Nell’ultimo giro di cronometro il fallo antisportivo sanzionato a Burnell manda Delfino in lunetta: 0/2. La partita la vince Pesaro ma la Dinamo stacca il biglietto per la Final Four di Bologna, insieme a Milano, Virtus Bologna e Reyer Venezia.Dinamo Banco di Sardegna – VL Pesaro 78-81Parziali: 28-23; 22-25; 15-13; 13-16.Progressivi: 28-21; 50-48; 65-65; 78-81.Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 8, Bilan 10, Treier, Pusica 10, Kruslin 5, Martis, Devecchi, Re, Burnell 13, Bendzius 1, Gentile, Tillman 15. All. PozzeccoAssist: Spissu 6  – Rimbalzi: Burnell 8VL Pesaro. Drell 4, Massenat 2, Filloy 3, Calbini, Cain 21, Robinson 26, Tambone 2, Basso 1, Serpilli, Filipovity 9, Zanotti 3, Delfino 10. All. Jasmin Repesa.Assit: Robinson 7 – Rimbalzi: Cain 9

leggi l’articolo su: Sassari Notizie

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome