Un monitor contro le morti in culla donato dalla “Gianni Fresu”

0
9

PORTO TORRESUna bella e toccante cerimonia per sancire un successo. Anche stavolta, come sempre, l’Associazione Gianni Fresu ha centrato il suo obbiettivo. La sala della Gelateria del Golfo ha fatto…
PORTO TORRESUna bella e toccante cerimonia per sancire un successo. Anche stavolta, come sempre, l’Associazione Gianni Fresu ha centrato il suo obbiettivo. La sala della Gelateria del Golfo ha fatto da teatro alla consegna del Cardiomonitor Vitaguard 3100 da parte del presidente dell’associazione Salvatore Fresu nelle mani del primario del reparto di Pediatria della Ouc di Sassari Roberto Antonucci, alla presenza di Gianmario Diana, rappresentante dell’azienda Sapio dalla quale il macchinario è stato acquistato. . «Finalmente abbiamo raggiunto l’obbiettivo anche se abbiamo dovuto tirarla un pò per le lunghe – ha esordito Salvatore Fresu prima di sottolineare l’importanza del lavoro del suo staff di collaboratori – volontari sempre disponibili nelle varie manifestazioni organizzate», e ricordare le iniziative attraverso cui le donazioni sono state finanziate.Roberto Antonucci ha ringraziato l’associazione e spiegato l’utilità del macchinario, impiegato per monitorare continuamente i vari parametri vitali e dare importanti informazioni cliniche sui bambini neonatali che soffrono di crisi di apnee notturne, controllando e debellando quindi le cosiddette “morti in culla” o “morti bianche”, mentre Gianmario Diana ne ha spiegato il funzionamento.Emanuele Fancellu

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome