Sassari, in via Predda Niedda apre un nuovo McDonald’s

0
53

Continua il risiko nella zona industriale. A settembre il passaggio ufficiale tra Conad e Auchandi Giovanni Bua

27 Agosto 2020

SASSARI. Continua il risiko nell’area industriale di Predda Niedda, e nelle sue immediate vicinanze. Tra cambi di insegne, tante chiusure, nuove aperture: l’ultima quella di un McDonald’s nuovo di zecca che alzerà le serrande in via Predda Niedda, tra il Tanit e gli ex Mulini Azzena. E una concorrenza che, con Sassari che da un paio di lustri è la città con il più alto numero di supermercati per abitante, continua a essere furiosa.La “mamma” di tutti i cambiamenti sta per avvenire nel cuore di Predda Niedda, tra le mura di “Città mercato”, dove tra la fine di settembre e i primi di ottobre apparirà ufficialmente l’insegna Conad al posto di quella Auchan. Il processo è in atto dal 2019, è ormai all’ultimo metro. E l’ex Iper di Santa Gilla a Cagliari e quello di Sa Marinedda a Olbia hanno già cambiato le insegne. Per Sassari il Covid ha rallentato il passaggio di testimone, previsto per l’8 settembre. E per il via dei lavori, che dureranno tre settimane e vedranno la riduzione di quasi metà della superficie di vendita, bisognerà aspettare i primi di ottobre. Resta fissato invece ai primi di settembre l’incontro con i sindacati per siglare il passaggio formale di tutti i 179 dipendenti. «Abbiamo preso atto – sottolinea Cristiano Ardau, segretario regionale Uil Tucs – del fortissimo impegno preso dal direttore commerciale della Rete Conad Nord Ovest sul fatto che nel 2020 non ci saranno esuberi. Ma iniziamo a preoccuparci fin d’ora per il 1 gennaio 2021, visto che con le riduzioni delle superfici di vendita si genera inevitabilmente un surplus di personale del 40-45%. Stiamo parlano di 200-250 dipendenti su cui la vigilanza sarà altissima». Resta da vedere anche come il nuovo format “only food” sarà accolto dalla clientela ex Auchan, che nel resto dell’Isola ha un po’ storto il naso di fronte al passaggio di mano, ma che a Sassari trova uno zoccolo duro storicamente abituato alle insegne e alle filosofie Conad.Aspettando il passaggio di mano tra colossi, ad allargarsi ulteriormente a Sassari ci pensa la maggior catena di fast food al mondo per numero di punti vendita: McDonald’s. Il colosso dell’Illinois, con un punto vendita già attivo proprio nella galleria commerciale ex Auchan, ha infatti portato a termine nei giorni scorsi il provvedimento autorizzatorio per l’apertura di un nuovo punto vendita in città, con la richiesta depositata dalla “McDonald’s Development Italy” depositata a marzo che, dopo una serie di integrazioni e chiarimenti richiesti da Arpas, ufficio Mobilità, settore Edilizia privata e settore Pianificazione Territoriale, paesaggio e sviluppo turistico, ha ricevuto lo scorso 27 luglio l’ultimo via libera.L’autorizzazione riguarda la demolizione e ricostruzione di un edificio da adibire a ristorante in via Predda Niedda. L’edificio in questione è quello tra il Tanit e gli ex Mulini Azzena, che probabilmente, vista la sua collocazione fronte strafa, potrebbe ospitare anche uno “sportello McDrive”, il take away della McDonald’s non ancora presente a Sassari che, durante l’emergenza Covid ha “fatto il botto” in tutta Italia. Un’apertura importante in una zona “cerniera” tra la città e Predda Niedda, su cui la giunta Campus sembra intenzionato a investire molto. Ennesima mossa di un risiko tra giganti, sempre in corso intorno alla città.©RIPRODUZIONE RISERVATA

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome