Incendi: elicotteri in azione sui cieli dell´Isola

0
8

Oggi, ventuno roghi hanno ferito la Sardegna. Di questi, otto hanno richiesto l’intervento del mezzo aereo del Corpo forestale, nelle campagne di Teti, di Bottida, di Posada, di Burgos, di Neoneli, di San Gavino, di Maracalagonis e di Torpè

CAGLIARI – Oggi (giovedì), ventuno incendi hanno ferito la Sardegna. Di questi, otto hanno richiesto l’intervento del mezzo aereo del Corpo forestale, nelle campagne di Teti, di Bottida, di Posada, di Burgos, di Neoneli, di San Gavino, di Maracalagonis e di Torpè.
Il primo rogo è divampato nell’agro di Teti, in località Bisani, dove è intervenuto un elicottero proveniente dalla base di Sorgono. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Sorgono, coadiuvata dal personale eliportato, da due squadre Forestas dei cantieri di Teti e di Neoneli. Le fiamme hanno percorso una superficie molto contenuta, l’intervento si è reso necessario per garantire una bonifica ottimale di eventuali tizzoni restati accesi scongiurando eventuali ripartenze. Le operazioni di spegnimento da parte del mezzo aereo si sono concluse alle 10.
Il secondo incendio si è sviluppato nelle campagne di Bottida, in località Nuraghe Sa Corona, dove è intervenuto un elicottero proveniente dalla base di Anela. La Stazione forestale di Bono, coadiuvata dal personale eliportato, ha diretto l’attività di spegnimento di quattro squadre di Forestas di Monte Burghesu, di Monte Bassu, di Santu Matteu e di Anela, di due squadre di volontari di Protezione civile Sogit e da Illorai, ed una della Compagnia barracellare di Burgos. L’intervento del mezzo aereo è stato disposto dal Corpo forestale per estinguere piccole colonne di fumo all’interno dell’area già interessata dalle fiamme nella giornata di ieri [LEGGI]. Le operazioni di spegnimento si sono concluse attorno alle 10.30.
Il terzo rogo si è registrato nell’agro di Posada, in località Pizzinnone, dove sono intervenuti cinque elicotteri provenienti dalle basi di Alà dei Sardi, di Farcana, di Anela, di Limbara e di Sorgono. Inoltre, sono stati inviati due Canadair da Olbia. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Siniscola, coadiuvata dal personale eliportato, dal Gauf di Nuoro, da due squadre Forestas dei cantieri di Torpè e di Siniscola, e dai volontari di Torpè. Le operazioni di spegnimentodei mezzi aerei sono terminate alle 16.55. Prosegue a terra l’attività di bonifica nelle squadre.
Il quarto incendio è divampato nelle campagne di Burgos, in località R.Truveinerva, dove sono intervenuti tre elicotteri provenienti dalle basi di Fenosu, di Bosa e di San Cosimo. Inoltre, sono stati inviati due Canadair da Olbia. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Siniscola, coadiuvata dal personale eliportato, da due squadre di Forestas dei cantieri di Teti e di Neoneli. Le fiamme hanno percorso una superficie molto contenuta, l’intervento dei mezzi aerei prolungato si è reso necessario per garantire una bonifica ottimale di eventuali tizzoni accesi per scongiurare eventuali ripartenze. Le operazioni di spegnimento del mezzo aereo sono tutt’ora in atto.
Il quinto rogo si è sviluppato nell’agro di Neoneli, in località Maistru Ginanni,dove sono intervenuti due elicotteri provenienti dalle basi di Fenosu e di Villasalto, oltre a due Canadair. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Neoneli, coaudivata dal Gauf di Oristano, dai volontari Soc.Sard.Centrale di Oristano, dai Barraccelli di Neoneli, da diciotto unità di Forestas e dai Vigili del fuoco di Ghilarza. L’ultimo mezzo aereo ha lasciato la zona dell’incendio alle 17.50. Le operazioni di bonifica a terra sono ancora in atto.
Il sesto incendio si è registrato nelle campagne di San Gavino, in località Is Pontixeddus, dove è intervenuto un elicottero proveniente dalla base di Pula. Sul posto, il Dos del Cfva di Sanluri ha coordinato l’attività di una squadra locale di volontari ed una di Forestas proveniente da Villacidro. Le condizioni meteo e l’ingente presenza di combustibile vegetale ha reso necessario l’invio sul posto anche del Gruppo specializzato in tecniche di estinzione degli incendi di Cagliari. Il mezzo aereo ha lasciato l’incendio alle 18.
Il settimo rogo è divampato nell’agro di Maracalagonis, in località C.Spiga, dove è intervenuto un elicottero proveniente dalla base di Villasalto. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Sinnai, coadiuvata dal personale eliportato, dai volontari del Nos di Quartu Sant’Elena e del MaSiSe. Le fiamme hanno percorso circa 2ettari di macchia mediterranea. Le operazioni di spegnimento del mezzo aereo si sono concluse alle 18.30.
L’ottavo incendio si è registrato nelle campagne di Torpè, in località San Martino, dove è intervenuto un elicottero proveniente dalla base di Farcana. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Lula, con il Gauf di Nuoro, coadiuvata dal personale eliportato e da tre squadre Forestas. Le fiamme hanno interessato una zona boscata. Le operazioni di spegnimento del mezzo aereo si sono concluse alle 16.

leggi l’articolo su: Sassari News

offerta Lavazza Sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome