Romangia Servizi a sorpresa arriva un nuovo presidente

0
280

Leonardo Bellu sostituisce il dimissionario Cuccureddu Alla sua nomina il Comune di Sorso non ha dato pubblicità  di Salvatore Santoni

10 Luglio 2020

SORSO. Rivoluzione silenziosa in casa Romangia Servizi. A metà giugno l’assemblea della società multiservizi, partecipata al cento per cento dal Comune di Sorso, si è riunita per scegliere il nuovo amministratore unico dopo l’addio per conflitto di interessi di Domenico Cuccureddu. Al suo posto il sindaco Fabrizio Demelas ha designato Leonardo Bellu. L’operazione politica, trapelata soltanto dopo che il nuovo amministratore è stato avvistato in municipio, si è chiusa in gran segreto senza nemmeno una presentazione ufficiale.Le dimissioni. L’ormai ex amministratore Cuccureddu ha rimesso l’incarico nelle mani del primo cittadino con una lettera di dimissioni datata 28 febbraio 2020. Un addio con «effetto immediato» e «causa incompatibilità e conflitto di interessi emersi nell’ambito del ruolo lavorativo ricoperto». Pochi giorni più tardi, il 2 marzo, la segretaria comunale Debora Rita Fonnesu ha a sua volta preso carta e penna girando la questione al consulente della società partecipata, così da disporre la cancellazione della carica di Cuccureddu dal registro imprese. A quel punto il tempo si è fermato: le dimissioni dell’amministratore sono rimaste confinate all’interno delle stanze di maggioranza. La questione, infatti, non è minimamente arrivata al consiglio comunale, nemmeno come pour parler. Avanti un altro. Fino alle scorse settimane, quando nei corridoi di piazza Garibaldi ha cominciato a circolare il nome del successore. Poi, il 15 giugno scorso, è arrivato il sigillo ufficiale del successore di Cuccureddu. Si tratta di Leonardo Bellu, 47 anni di Sorso, inserito da anni nel cerchio magico del consigliere regionale Antonello Peru. Tra l’altro lo stesso gruppo dell’ex amministratore Cuccureddu, da tempo attivo nel perorare la causa dell’esponente politico sorsense. In sordina. L’atto ufficiale di nomina di Bellu è rimasto celato per giorni. Sì, perché né il sito del Comune di Sorso né quello della partecipata hanno riportato la notizia dell’avvicendamento alla guida della società in house. E questo nonostante il nuovo amministratore si sia insediato da giorni nello stanzino della società al primo piano del municipio. In ogni caso la nomina è avvenuta nel corso di un’assemblea dei soci, durante la quale è stato anche deciso che il trattamento lordo del nuovo presidente è uguale a quello del predecessore. E per rintracciare una conferma del nuovo incarico al vertice della Romangia servizi è necessario interrogare direttamente il registro imprese. Il giallo del revisore. Un’altra nomina sfuggita ai radar è avvenuta il 30 dicembre 2019, quando la società partecipata ha effettuato la nomina triennale del nuovo revisore unico. Si tratta del professionista Gian Mario Nurra. Anche in questo caso, con buona pace dell’amministrazione trasparente, la novità non compare né nel sito dell’ente né in quello della società. Stesso discorso per l’avviso pubblico rivolto ai professionisti per candidarsi a ricoprire l’incarico. L’unica scarna informazione reperibile nella visura camerale riguarda i riferimenti ai titolari di cariche. Il nuovo revisore, per esempio, risulta domiciliato nel limbo di “Piazza del Comune Snc”. Quello utilizzato di solito per le persone senza fissa dimora.

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome