Tenta di sgozzare il vicino: arrestato

0
31

Il grave episodio domenica pomeriggio a Ittiri. Pietro Solinas era stato subito identificato dai carabinieri, ieri il fermodi Gianni Bazzoni

27 Giugno 2020

SASSARI. Un fendente sferrato all’improvviso e la lama ha raggiunto la gola dell’uomo causandogli una ferita all’altezza della giugulare. Solo qualche millimetro e non ci sarebbe stato più niente da fare per il 46enne che – grazie anche alla sua prontezza nell’evitare la coltellata – se l’è cavata con una ferita al collo. L’aggressore è scappato ma è stato identificato più tardi dai carabinieri che gli hanno trovato ancora addosso il coltello a scatto utilizzato nel corso dell’aggressione che è avvenuta domenica pomeriggio, in pieno centro a Ittiri. Dopo i primi accertamenti, considerata la trascorsa flagranza Pietro Solinas, 52 anni, con diversi precedenti, è stato denunciato per il reato di tentato omicidio. Nel frattempo i militari della stazione di Ittiri, guidati dal maresciallo Tomaso Disi hanno completato le indagini e depositato il rapporto in Procura a Sassari. Ieri pomeriggio Pietro Solinas, su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato arrestato e trasferito nel carcere di Bancali dove verrà interrogato nelle prossime ore. L’uomo è difeso dall’avvocato Piero Bertorino e deve rispondere dell’accusa di tentato omicidio, lesioni personali e porto illegale di arma.L’episodio si è verificato per strada, domenica intorno alle 16, a poca distanza dall’abitazione sia del ferito che dell’aggressore. Vecchi problemi mai superati e contrasti anche con altri componenti della famiglia (c’era stata anche una lite tra Solinas e il padre del ferito). Stavolta però è stata sfiorata la tragedia. Dopo uno scambio di battute con toni sempre più accesi, a un certo punto Pietro Solinas avrebbe estratto dalla tasca un coltello a scatto con il quale ha cercato di colpire il vicino di casa alla gola. La lama per fortuna non ha causato una ferita profonda, anche perché in quel punto (proprio all’altezza della giugulare) la coltellata poteva essere fatale.Il 46enne è stato soccorso da alcuni passanti e accompagnato alla Guardia medica di Ittiri dove è stato assistito e medicato dal sanitario di turno. Nel frattempo i carabinieri – dopo avere raccolto le prime informazioni – si sono messi sulle tracce di Pietro Solinas che è stato rintracciato e bloccato più tardi, sempre a Ittiri. I militari gli hanno sequestrato il coltello utilizzato nell’aggressione.Ieri l’arresto, su disposizione dell’autorità giudiziaria, e il 52enne di Ittiri è stato trasferito nel carcere di Bancali. L’uomo non è nuovo a fatti del genere. Nel 1999 Pietro Solinas era stato condannato a sei anni di carcere per il tentato omicidio del gestore del locale notturno “Mania”, un fatto dell’anno prima. Il giudice l’aveva condannato anche al pagamento di una , provvisionale di 100 milioni di lire. Solinas aveva ottenuto lo sconto di pena grazie alla celebrazione del processo con rito abbreviato. Usando un fucile come clava, Pietro Solinas aveva colpito con inaudita violenza il compaesano, fracassandogli la testa e provocandogli lesioni gravissime.©RIPRODUZIONE RISERVATA

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome