A Sassari la solidarietà non si ferma: tante iniziative per chi è in difficoltà

0
2

La faccia nascosta della povertà e della crisi da coronavirus è anche nella mensa parrocchiale di San Vincenzo, che ogni domenica, compresi i giorni festivi, regala circa 80 pasti caldi e consente a chi non sa come andare avanti di avere un luogo amico, di trovare una mano tesa.

Così come nel centro diurno che ospita ogni giorno diverse persone in difficoltà. Spiega il volontario Antonello Pilo: “Il centro è a disposizione anche per dare ascolto e aiuto economico a quanti bussano al portone, in questo periodo davvero tanti e ci siamo chiesti come mai questi nuovi poveri si rivolgano alle suore Figlie della Carità e non ai servizi preposti dal Comune, alla Caritas e/o ad altri centri nelle parrocchie. La risposta che ci siamo dati è che con tutta probabilità si tratta di persone che hanno vergogna della loro particolare situazione che li porta a vivere nascosti dentro la propria povertà. E difatti ad un primo approccio appaiono subito come individui feriti nel loro senso di dignità”.

La Torres calcio ha pensato di dare un aiuto e ha messo all’asta per quasi un mese le maglie dei calciatori di questa stagione. Sono stati raccolti poco più di 8mila euro grazie alla generosità dei tifosi. La società rossoblù ha deciso di destinare la somma proprio all’associazione guidata da Suor Andreana, che gestisce l’unico Centro Diurno di Sassari ed è responsabile della Mensa Parrocchiale di San Vincenzo, che necessita di nuovi elettrodomestici.

continua a leggere su: L’Unione Sarda

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome