Scippo a Cagliari: 34enne in manette

0
4

Dall’inizio dell’emergenza, sono quasi 8mila i controlli effettuati dalle Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari su tutto il territorio della provincia nei confronti delle persone e degli esercizi commerciali, non tutti autorizzati all’apertura e comunque tenuti ad osservare un preciso orario di esercizio

CAGLIARI – Le Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari hanno intensificato le attività di verifica sull’osservanza dei divieti imposti dal Governo, per contenere la diffusione del Covid-19, con un costante e rafforzato presidio di controllo del territorio. In campo decine di pattuglie, che perlustrano l’intero territorio della provincia per ricercare eventuali manifestazioni di spostamenti ingiustificati o assembramenti.
Qualche giorno fa, Baschi verdi della Seconda Compagnia di Cagliari, durante un posto di controllo in Viale Trieste, sono stati attratti dalle grida di aiuto di una 60enne, vittima di uno scippo della propria borsa. I militari sono riusciti ad individuare immediatamente l’uomo, in fuga lungo la vicina Via Caprera, riuscendo a raggiungerlo e ad immobilizzarlo. Lo scippatore è stato trovato in possesso del portafoglio e del cellulare della donna, mentre la borsa, di cui si era disfatto durante la fuga, è stata ritrovata pochi metri prima, sotto un’autovettura. La refurtivaè stata restituita alla legittima proprietaria, mentre lo scippatore, un 34enne cagliaritano già noto alle Forze dell’ordine, è stato arrestato per furto con strappo e posto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio, che avverrà lunedì 25 maggio.
Dall’inizio dell’emergenza, sono quasi 8mila i controlli effettuati dalle Fiamme gialle su tutto il territorio della provincia nei confronti delle persone e degli esercizi commerciali, non tutti autorizzati all’apertura e comunque tenuti ad osservare un preciso orario di esercizio. Dall’inizio dell’emergenza, sono stati 216 i soggetti sanzionati, perché trovati fuori dai propri domicili senza una valida ragione. Non sono mancati anche casi particolari: il 25 aprile, in Piazza Medaglia Miracolosa, viste le belle condizioni atmosferiche e l’occasione di festa, sei cagliaritani hanno organizzato una grigliata. Tale comportamento, in palese violazione delle disposizioni governative connesse all’emergenza epidemiologica in corso, ha comportato l’irrogazione nei confronti di cinque di loro di una sanzione pecuniaria compresa tra 400 e 3mila euro: per il sesto, recidivo all’inosservanza delle disposizioni di distanziamento sociale, la sanzione amministrativa è stata aggravata, comprendendo il suo ammontare da un minimo di 800 ad un massimo di 6mila euro.
In un’altra circostanza, durante un controllo su strada, un’automobilista, alla domanda su dove si stesse recando, ha risposto che stava tornando dal fare la spesa: ma l’atteggiamento un po’ titubante ed il fatto che nella autovettura non vi fosse alcuna busta con derrate alimentari, ha fatto emergere la reale motivazione e cioè che la stessa si era recata in un’attività di commercio di alimentari solo per vedere il proprio fidanzato. In un altro caso, i finanzieri hanno multato (con una sanzione amministrativa anche in questo caso aggravata a causa della recidiva), un cittadino di Quartucciu trovato, “per fare attività motoria in bicicletta” secondo quanto dallo stesso dichiarato, a Villasimius, oltremodo distante dalla propria abitazione. I controlli del territorio hanno anche portato ad individuare, tra chi si trovava senza comprovata necessità all’esterno delle proprie abitazioni, quattro assuntori di sostanze stupefacenti, segnalati all’Autorità prefettizia perché in possesso, complessivamente, di 2,7grammi di cocaina e 0,5grammi di marijuana.

leggi l’articolo su: Sassari News

promo lavazza sassari