Coronavirus, i primi casi a Osilo, Bultei e Buddusò

0
2

Lo rendono noto i sindaci nelle loro pagine FacebookSASSARI. Il coronavirus fa breccia nelle aree più interne del Nord Sardegna e fa registrare i primi casi di contagio in Goceano, Monte Acuto e Anglona. A darne conto sono i sindaci dei tre centri interessati. Giovanni Antonio Satta, sindaco di Buddusò, nel Monte Acuto, ha comunicato oggi attraverso la propria pagina Facebook del primo positivo in paese.«Non c’è da allarmarsi, sta bene, è a casa – assicura – e il servizio sanitario sta adottando tutte le misure necessarie alla salvaguardia della salute pubblica». Il sindaco riferisce poi che «le forze dell’ordine sono state invitate a intensificare il controllo del territorio comunale, per far rispettare le misure emanate da Governo e Regione».La comunicazione segue di poco quella del sindaco di Bultei, Francesco Fois, che dà conto del primo caso nella piccola comunità che guida, tra i primissimi in tutto il Goceano. Fois spiega di aver saputo della positività dal diretto interessato: si tratta di un operatore sanitario che si è isolato nella propria casa in campagna, all’ingresso del paese.Primo caso anche a Osilo, alle porte di Sassari in direzione dell’Anglona e dell’Alta Gallura. Si tratta di un ospite della comunità alloggio Regina Elena. Il sindaco Giovanni Ligios riferisce di aver «immediatamente contattato telefonicamente l’Unità di crisi e i gestori della struttura per l’adozione dei protocolli di sicurezza». La persona risultata positiva non ha sintomi, sta bene e osserva le procedure di isolamento previste. (ANSA)

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna