Cimiteri: no del Consiglio alla nuova gestione

0
4

L’opposizione ha bocciato la proposta di un affidamento pubblico-privato all’Ati  L’assessore: «Nel contratto tariffe convenienti». Tellini: «Sicuri? Chi risparmia?»di Gavino Masia

22 Aprile 2020

wPORTO TORRES. La proposta presentata dall’amministrazione di Porto Torres sul progetto di iniziativa privata per l’affidamento in concessione della gestione dei cimiteri di via Balai e di Ponte Pizzinnu è stata bocciata dal consiglio comunale. I 16 voti finali espressi dai consiglieri nella seduta di ieri mattina – 8 voti a favore della maggioranza pentastellata e 8 voti contrari dei gruppi di opposizione – hanno infatti rigettato la proposta di partenariato pubblico-privato della Associazione temporanea d’impresa formata da Altair spa, Edilver srl e Barbara B società cooperativa.In attesa che il consiglio decida la forma migliore per la gestione dei servizi cimiteriali, soprattutto considerando la difficile situazione economica della città turritana, sarà ancora Italstudi a occuparsi in proroga per altri otto mesi dei due camposanti. L’oggetto della concessione trentennale del Comune riguardava un’opera già realizzata che il soggetto privato andava a implementare e migliorare in funzione delle esigenze del servizio. Il progetto dell’Ati comprende la gestione dei servizi cimiteriali, delle manutenzioni, della cura del verde, della guardiania e dell’illuminazione votiva. «Progettazione, realizzazione ed erogazione del servizio cimiteriale per i due cimiteri comunali – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Cristina Biancu – sono previsti con risorse totalmente a carico dell’operatore privato, che assumerà il ruolo di concessionario a seguito della gara che verrà svolta». Nella delibera di giunta bocciata dal Consiglio sono stati inseriti anche alcune proposte formulate dai consiglieri nelle riunioni di commissione. Tra queste la predisposizione di un fondo comunale per venire incontro alle famiglie a basso reddito e consentire così la rateizzazione della concessione cimiteriale. «Gli altri punti – ha aggiunto l’assessora – riguardano la parificazione delle tariffe delle concessioni per ambedue i cimiteri e la previsione che anche i rinnovi dei loculi siano pagati per intero, al fine di ridurre le tariffe delle concessioni». Ragionamenti che non hanno però convinto l’opposizione. «Ho chiesto più volte di capire non quanto fosse il vantaggio economico per l’amministrazione – ha sottolineato il consigliere Davide Tellini – ma quali fossero i reali risparmi per i cittadini: ho chiesto di capire con dettaglio quale fosse il costo medio del loculo, senza ricevere risposta, e di rimandare la votazione per avere maggiori dettagli. Il Consiglio comunale, attraverso il buon senso dell’opposizione ha bocciato una proposta irricevibile».

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari