Covid-19 Sorso e Siligo: medici militari nelle case di riposo

0
4

Red
15 aprile 2020

Covid-19 Sorso e Siligo: medici militari nelle case di riposo

Esercito in prima linea nelle operazioni di trasporto e stoccaggio di materiali sanitari provenienti dalla Penisola. Prosegue l´attività del team medico della Difesa che, con la Brigata Sassari, opera in coordinamento e a supporto dell´Unità di crisi locale del nord Sardegna e del Centro di coordinamento dei soccorsi della Prefettura di Sassari

SASSARI – Prosegue nell’Isola il supporto medico e logistico delle Forze armate (e dell’Esercito in particolare) a favore delle strutture sanitarie locali nell’attuazione delle misure di contrasto al CoronaVirus. Il team medico della Difesa, che con la Brigata Sassari opera in coordinamento ed a supporto dell’Unità di crisi locale del nord Sardegna e del Centro di coordinamento dei soccorsi della Prefettura di Sassari, è intervenuto oggi (mercoledì) in altre due case di riposo della provincia di Sassari.
Nuovi tamponi e test diagnostici sono stati eseguiti nel centro anziani “B.V. Noli me tollere” di Sorso e nella comunità alloggio “Il girasole” di Siligo. Saranno i laboratori analisi dell’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari e dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sardegna a comunicare in tempi brevi gli esiti dell’attività di screening, utili per individuare l’esistenza o meno di possibili nuovi focolai di Covid-19, che stanno affliggendo molte delle strutture residenziali assistite del Sassarese.
Su tutto il territorio isolano prosegue anche l’attività di trasporto aereo e terrestre di materiale sanitario destinato alla Protezione civile regionale. Tra ieri ed oggi, un C-27J dell’Aeronautica militare e della Leonardo, provenienti rispettivamente dallo scalo di Roma-Fiumicino e di Milano-Malpensa, sono atterrati all’aeroporto militare di Decimomannu e di Cagliari-Elmas. Dalla stiva dei velivoli, sono stati scaricati indumenti protettivi, mascherine chirurgiche e filtranti facciali certificati Ffp2 e Ffp3. Per velocizzare le operazioni di trasporto e di scaricamento del materiale nei siti di stoccaggio della Protezione civile, è intervenuto ancora una volta l’Esercito con assetti del Reparto Comando supporti tattici e del Reggimento logistico della Brigata Sassari.
Nella foto: un momento dei controlli a Sorso

Commenti

18:02

Ora, si attende l´esito dei tamponi effettuati nelle quattro case di riposo cittadine, tra le giornate di ieri ed oggi, dalla task force congiunta di Azienda ospedaliero universitaria di Sassari, Ats e Sanità militare interforze, disposta dalla Regione autonoma della Sardegna e coordinata dall’Unità di crisi locale del nord Sardegna

15/4/2020

Nella giornata di martedì un´anziana ospite della casa di riposo di Fertilia è stata trasportata al Pronto soccorso dell´Ospedale Civile di Alghero e, da lì, trasferita al Santissima Annunziata di Sassari

9:12

Il Comune ha iniziato questa mattina la distribuzione porta a porta nelle case dei sennoresi. A disposizione 7.100 mascherine chirurgiche monouso e 6.400 mascherine in tela, lavabili e quindi riutilizzabili

17/4/2020

Oggi, nelle case di riposo di Alghero ha operato il team congiunto civile-militare per screening e percorsi di prevenzione. Test ad ospiti ed operatori di tutte le strutture. Il commento del presidente del Consiglio regionale

10:10

«La grande emergenza che oggi anche la nostra Isola sta vivendo in seguito all´epidemia del Covid-19 non ci fa dimenticare di tutte le altre patologie e dei sardi che ogni giorno hanno bisogno di assistenza e cure, talvolta costretti a sopportare sacrifici per potersi spostare in presidi lontani dal proprio territorio», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas

16/4/2020

Si prosegue con l’approntamento del Reparto dell’Ospedale di Alghero. Ieri, il sindaco Mario Conoci ha effettuato un sopralluogo con il presidente del Consiglio regionale Michele Pais. Nell´occasione, si è svolto un primo collaudo da parte del servizio di Ingegneria clinica

17/4/2020

Dopo la sottoscrizione del documento, gli operatori si impegneranno a sanificare due volte al mese, e fino all’emergenza epidemiologica, prioritariamente le aree prospicienti ambulatori, guardia medica, posto 118, punti vendita di generi alimentari, farmacie e parafarmacie, banche ed uffici postali, edifici pubblici e dell’arredo urbano, e più in generale verso tutta la città

16/4/2020

«Prevedere anche in Sardegna la distribuzione di mascherine attraverso edicole e farmacie», auspica il consigliere regionale del gruppo Cambiano! Udc Antonello Peru

18 aprile 18 aprile

leggi l’articolo su: Sassari News

promo lavazza sassari