Cagliari: 50enne col coltello minacca una donna

0
5

Provvidenziale l´intervento dei Baschi Verdi della 2^ Compagnia di Cagliari. L´uomo è stato denunciato per minaccia aggravata, falsa attestazione di generalità e detenzione illegale di arma da taglio

CAGLIARI – Nella notte scorsa, le pattuglie dei Baschi Verdi della 2^ Compagnia di Cagliari mentre eseguivano il quotidiano pattugliamento delle vie cittadine, si sono imbattuti nelle grida di una donna. Intervenuti hanno intervistato la quarantacinquenne, senza fissa dimora, che raccontava di essere stata oggetto di minacce, in Piazza del Carmine, da parte di un uomo con un coltello che più volte, senza alcuna motivazione, le aveva intimato di lasciare la piazza proferendo nei suoi confronti ingiurie e minacce.
Raggiunta la piazza, i militari hanno individuato e identificato l’aggressore, un cinquantenne italiano anch’egli senza fissa dimora, sulla cui persona è stato rinvenuto il coltello, usato per le minacce, immediatamente sottoposto a sequestro. Approfondito il controllo e dopo aver ricevuto la formale querela da parte della vittima, l’uomo è stato accompagnato in caserma, sede del Comando Provinciale di Cagliari, per la compiuta identificazione, atteso che il 50enne all’atto del controllo ha fornito contraddittorie generalità.
E’ stato infine denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria per i reati di minaccia aggravata, falsa attestazione di generalità e detenzione illegale di arma da taglio. Le future attività delle Fiamme Gialle cagliaritane proseguiranno per tutto il periodo dell’emergenza sanitaria, al fine di garantire ogni scrupolosa azione a tutela della collettività locale, nel solco delle direttive emanate dalla locale Autorità Prefettizia nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, volte a materializzare “sul campo” tutte le misure di contenimento della diffusione del “Coronavirus”.
Ad oggi sono oltre 5.800 i controlli effettuati dalle Fiamme Gialle su tutto il territorio della provincia nei confronti delle persone – le quali non possono allontanarsi dalle proprie abitazioni se non per comprovate esigenze normativamente previste – nonché degli esercizi commerciali, non tutti autorizzati all’apertura e comunque tenuti ad osservare un preciso orario di esercizio. Dall’inizio dell’emergenza, sono stati 174 i soggetti sanzionati perché trovati fuori dai propri domicili senza una valida ragione. Sul fronte degli esercizi commerciali, sono oltre 100 i titolari sottoposti a controllo, tra questi, 18 sono risultati aperti in violazione delle specifiche disposizioni che limitano a puntuali categorie merceologiche la possibilità di continuare ad operare in questo periodo emergenziale.

Commenti

leggi l’articolo su: Sassari News

promo lavazza sassari