Riapertura spiagge; work in progress

0
4
spiaggia sardegna

spiaggia sardegna

Riapertura spiagge;  work in progress. La Regione Sardegna è al lavoro per cercare di salvaguardare una delle maggiori fonti di guadagno dell’isola; il turismo. Non si potrà restare chiusi.

La regione, in questi giorni, è alle prese con concessioni, permessi e autorizzazioni per far partire i lavori di manutenzione degli stabilimenti balneari. La conferma è arrivata dall’assessore degli Enti locali e del demanio Quirico Sanna:

“Gli operatori dovranno lavorare in condizioni di sicurezza utilizzando tutte le cautele previste, proprio per questo è necessario più tempo per le operazioni di manutenzione, anche dieci giorni in più rispetto a quello che si impiega in condizioni normali, quindi bisogna intervenire subito”.

Riapertura spiagge; come fare?

Le strutture hanno bisogno di essere sanificate, oltre che sistemate, per partire. Resta il problema di come posizionare ombrelloni e lettini alla luce, per cercare di far convivere il turismo e l’emergenza sanitaria in atto. La Sardegna, così come tutte le zone balneari, proprio nella giornata di ieri, ha sollecitato risposte da parte del governo per far fronte alla riapertura delle spiagge. Tutti restano in attesa di istruzioni precise per attrezzarsi al meglio. I punti di maggior discussione restano le distanze tra gli ombrelloni e le altre prescrizioni.

Modalità e adempimenti anche per le spiagge libere

Oltre alle spiagge attrezzate, bisogna anche un regolamento per le spiagge libere. Sanna ha cercato di imbastire un discorso che porti a delle misure uguali per tutti a livello nazionale.

“Credo – ha chiarito Sanna – che sia necessario un minimo di omogeneità a livello nazionale, quanto meno sulle distanze da rispettare”. Il coinvolgimento dei territori è legato più che altro alla diversità morfologiche che caratterizzano le singole Regioni e che possono determinare regole differenti. In generale, ha ricordato infatti l’assessore, se Emilia Romagna, Marche o Abruzzo hanno spiagge ampie, le nostre come quelle liguri sono più piccole”.

Si deve ripartire, in sicurezza e avendo delle certezze su come regolamentare gli accessi a questi luoghi che sono vere macchine di soldi. L’economia italiana è fatta anche di questo e bisognerà ripartire tutti consapevoli di come farlo.

continua a leggere su: Sardegna Reporter

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome