Coronavirus, Sassari piange Marco Spissu: “Gran chirurgo e gran signore”

0
26

Marco SpissuHa contratto il virus in sala operatoria: era in pensione ma non aveva saputo resistere alla chiamata del Policlinico che stava ripartendo dopo il fallimentoRoberto Sanna

16 Aprile 2020

SASSARI. Il professor Marco Spissu amava talmente tanto il suo lavoro da non essere riuscito, pur essendo già in pensione, a dire di no alla chiamata del Policlinico, che stava ripartendo dopo il fallimento e aveva bisogno di un medico come lui. Una garanzia sul piano professionale e, soprattutto, inarrivabile sul piano umano. Il coronavirus se lo è portato via ieri 15 aprile dopo essersi insinuato dentro di lui durante quella che doveva un’operazione di routine, effettuata però su quello che poi sarebbe risultato il primo paziente positivo al virus nella struttura privata cittadina. La famiglia, gli amici, i colleghi, gli ex pazienti lo piangono inconsolabili. Così Piero Bua, ex proprietario del Policlinico: «Per me il dottor Spissu era prima di tutto un gran signore, poi uno straordinario chirurgo, e infine un grandissimo amico». Spissu era nato a Cagliari, si era laureato a Sassari, ma era legatissimo anche a Giave, il paese dei genitori.Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

leggi l’articolo su: La nuova Sardegna

promo lavazza sassari