in

Porto Torres, il sindaco vieta la sperimentazione del 5G

Il divieto resterà in vigore fino a quando non saranno resi pubblici studi scientifici aggiornati sugli effetti delle radiofrequenze sulla salute delle persone

PORTO TORRES. Sul territorio comunale di Porto Torres è vietata la sperimentazione e l’installazione della tecnologia 5G. Il divieto è inserito nell’ultima ordinanza sindacale e resterà in vigore fino a quando non saranno resi pubblici studi scientifici aggiornati sugli effetti delle radiofrequenze sulla salute delle persone. «Non c’è preconcetto sullo sviluppo tecnologico e sull’evoluzione della comunicazione – dice il sindaco Sean Wheeler – ma gli effetti del 5G sulla salute delle persone sono sotto esame: i principali istituti internazionali hann rilevato le conseguenze delle radiofrequenze sull’uomo e ho deciso per precauzione che il 5G non potrà essere sperimentato a Porto Torres».

In Italia è stato l’istituto Ramazzini di Bologna – centro di ricerca sul cancro Cesare Maltoni – a considerare l’esposizione alle radiofrequenze elemento di incidenza per le malattie. «Non voglio fare allarmismo aggiunge Wheeler – ma solo adottare le dovute precauzioni per la cittadinanza: se ci saranno interventi e nuovi studi autorevoli da parte della comunità scientifica sull’assenza di effetti negativi sulla salute delle persone, provvederò a ritirare l’ordinanza». (g.m.)

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Coronavirus, in Sardegna si fanno pochi tamponi: solo 3 ogni 10mila abitanti

Coronavirus, un ecografo al pronto soccorso di Sassari: la raccolta fondi Dinamo-Nuova a quota 680mila