in

La comunità senegalese dona 500 mascherine

L’associazione Yakaar darà al Comune anche 1000 paia di guanti: «Un piccolo gesto per dirvi grazie»

SASSARI. Anche la comunità senegalese presente in città, una delle più integrate e partecipi da sempre alla vita cittadina, ha voluto contribuire alla lotta quotidiana al coronavirus.

I prossimi giorni i rappresentanti dell’associazione Yakaar, nata nel 1986 e da sempre attiva nel supporto alla comunità degli immigrati che vivono a Sassari, consegnerà al Comune 500 mascherine e 1000 paia di guanti. Tutto il materiale verrà poi affidato ai volontari della protezione civile e distribuito a chi ne avrà bisogno.

«È un piccolo gesto che facciamo con il cuore – spiega Amed Fall, commerciante di 55 anni, da 30 residente a Sassari – per dire grazie alla città che ci ha adottato e trattato sempre come figli. E ora i nostri figli, nati qui a Sassari, frequentano le scuole della città e grazie a loro siano ancora più inseriti e integrati nella vostra comunità. Per questo motivo – continua Amed Fall – c’è venuto naturale pensare di dare una mano alla popolazione di Sassari in questo momento difficile per tutti».

Per effettuare l’acquisto delle mascherine da un’azienda di Cagliari l’associazione Yakaar ha dato fondo a una parte dei risparmi dell’associazione a cui fanno riferimento tutti i membri della comunità senegalese che in città conta circa 800 persone.

Qualche anno fa l’associazione Yakaar aveva aiutato i detenuti stranieri, donando biancheria intima per il gruppo di reclusi extracomunitari del carcere cittadino. (l.f.)

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

I fedeli seguono la messa fuori trovano i carabinieri

Sardegna. Stanziati dalla Regione 120milioni di euro per il sostegno alle famiglie