Guanti e mascherine per andare a fare la spesa

0
32

Il sindaco Wheeler ha emanato una nuova ordinanza per arginare il contagio Vietate le Ffp2 ed Ffp3 con valvola perché proteggono solo chi le indossa

PORTO TORRES. I cittadini di Porto Torres che vanno a fare la spesa all’interno degli esercizi commerciali aperti devono indossare una mascherina protettiva e i guanti. Lo prevede un’ordinanza del sindaco Sean Wheeler entrata in vigore ieri mattina, che demanda al comando di polizia locale e alle forze dell’ordine le attività di controllo su quanto previsto dal provvedimento. Una misura importante e fondamentale per cercare di contrastare in maniera efficace il diffondersi del coronavirus – valida anche per gli utenti che si recano negli uffici pubblici – e che fa seguito ad una delle dieci richieste che i medici di base di Porto Torres hanno rivolto al primo cittadino nell’ultimo incontro via skipe.

«L’ordinanza si riferisce a mascherine in genere – precisa Wheeler –, anche auto prodotte, a condizione che siano in grado di coprire in maniera efficace e completa sia il naso che la bocca: l’obbligo della mascherina protettiva e dei guanti è rivolto anche agli operatori impegnati all’interno di attività di commercio, di ricezione del pubblico o comunque a contatto con la clientela».

Diverse associazioni e cittadini hanno distribuito a Porto Torres centinaia di dispositivi a protezione individuale, sia ai volontari che stanno in prima linea sia alle persone che ne avevano necessità. Per evitare qualsiasi tipo di contagio da Covid-19 è però necessario che tutte le famiglie di Porto Torres abbiano a disposizione maschere protettive, come richiesto dagli stessi medici turritani al sindaco, o che le possano acquistare a un prezzo basso considerando il momento drammatico che sta vivendo la città e il territorio dell’area vasta.

«Sarà vietato l’uso di mascherine Ffp2 o Ffp3 dotate di valvola – precisa Sean Wheeler – perchè costituiscono una protezione efficace solo per chi le indossa e, se non utilizzate correttamente, risultano invece pericolose per gli altri».

L’ordinanza sindacale rinnova inoltre altre norme restrittive già diffuse nei provvedimenti precedenti, e in alcune occasioni non rispettate. Si potrà andare a fare la spesa soltanto uno per volta e deve essere un solo componente familiare. È vietata ogni forma di assembramento, l’obbligo del distanziamento sociale, così come il rispetto della limitazione alla circolazione delle persone ai soli motivi di urgenza e necessità. «Le attività di vendita di generi alimentari devono osservare la chiusura nella giornata di domenica e festivi (quindi anche nella giornata di lunedì 13 aprile 2020), per evitare gli assembramenti che si sono verificati nei fine settimana a Porto Torres».

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome