Coronavirus, i medici militari nella Rsa di Torralba

0
33

Nella residenza sanitaria assistita controlli per favorire l’applicazione delle norme anti-contagio

SASSARI. Si estende alla residenza per anziani «Casa Bonaria» di Torralba l’intervento dei medici e degli infermieri dell’Esercito e della Marina militare nelle case di riposo del nord Sardegna. Oggi un team di sanitari è stato a Torralba per effettuare lo screening sugli ospiti della struttura. Oltre a fornire consulenza sulla gestione organizzativa di «Casa Bonaria», i medici militari hanno verificato la corretta applicazione delle misure di contenimento adottate per scongiurare ulteriori possibili casi di contagio.

La task force militare a supporto dell’Unità di crisi locale ieri 6 aprile è tornata anche a Ossi, dove sta monitorando la situazione di «Villa Gardenia». Alla luce del quadro clinico emerso dopo il sopralluogo di domenica scorsa, i medici dell’esercito hanno eseguito sugli ospiti della struttura dei prelievi del sangue, dai cui esiti sarà possibile individuare le terapie da prescrivere caso per caso.

La task force del Dipartimento militare di Medicina legale di Cagliari, guidata dal colonnello Stefano Ciancia e operante nel territorio in stretto coordinamento con la Brigata Sassari, ha fatto il punto della situazione in un incontro con Marcello Acciaro, direttore sanitario dell’Areus regionale e capo dell’Unità di crisi locale per la gestione del Coronavirus. Brigata Sassari, task force dei medici militari e sanità del territorio stanno definendo i prossimi interventi in altre Residenze sanitarie assistenziali della provincia sassarese. (Ansa).

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome