in

Coronavirus, l’Esercito nelle case di cura del nord Sardegna

Medici e infermieri militari col supporto della Brigata Sassari a Casa Serena e Villa Gardenia

SASSARI. Medici e infermieri dell’Esercito sono entrati nella casa di riposo Villa Gardenia di Ossi e, col supporto della Brigata Sassari, sono tornati anche a Casa Serena di Sassari, dove gli ultimi dati erano di 39 ospiti positivi al Coronavirus su 70: qui, ieri 5 aprile, sono stati eseguiti altri 60 tamponi per accertare o escludere ulteriori possibili casi di contagio. La priorità del momento, sostenuta con forza dalla prefetta Maria Luisa D’Alessandro, è governare la situazione sanitaria all’interno delle case di riposo, dove il Covid-19 ha già causato parecchie vittime e dove il contagio – per motivi che dovranno essere accertati in maniera chiara quando tutto sarà finito – è dilagato tra gli anziani incolpevoli, coinvolgendo anche parte del personale.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Se stare a casa è fonte di incidenti

Coronavirus, da Stintino ad Alghero la drammatica estate degli stagionali