Coronavirus, le case di riposo sono focolai: in Sardegna è strage di anziani

0
158
L’ingresso di Casa Serena a Sassari

Ancora una volta la situazione peggiore è nel Sassarese

SASSARI. Sono il nuovo epicentro del dramma le case di riposo e le residenze sanitarie per anziani dell’isola. Con il Sassarese che di nuovo è la maglia nera. Almeno due i focolai importanti. Uno a Casa Serena, 25 morti dal primo marzo. L’altro nella residenza sanitaria San Nicola di via Piandanna: 44 positivi nell’ultima rilevazione nota. Il virus è entrato anche a Villa Gardenia a Ossi, e ha mietuto anche qui la prima vittima. Stesso drammatico copione a Porto Torres, alla Biccheddu-Deroma. Ai parenti da settimane è vietato l’accesso nelle strutture e non hanno più contatti con padri, madri, nonni perché gli operatori sono troppo pochi per far fare una telefonata: anche loro falcidiati da contagi e quarantene.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome