in

Coronavirus, le case di riposo sono focolai: in Sardegna è strage di anziani

L’ingresso di Casa Serena a Sassari

Ancora una volta la situazione peggiore è nel Sassarese

SASSARI. Sono il nuovo epicentro del dramma le case di riposo e le residenze sanitarie per anziani dell’isola. Con il Sassarese che di nuovo è la maglia nera. Almeno due i focolai importanti. Uno a Casa Serena, 25 morti dal primo marzo. L’altro nella residenza sanitaria San Nicola di via Piandanna: 44 positivi nell’ultima rilevazione nota. Il virus è entrato anche a Villa Gardenia a Ossi, e ha mietuto anche qui la prima vittima. Stesso drammatico copione a Porto Torres, alla Biccheddu-Deroma. Ai parenti da settimane è vietato l’accesso nelle strutture e non hanno più contatti con padri, madri, nonni perché gli operatori sono troppo pochi per far fare una telefonata: anche loro falcidiati da contagi e quarantene.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Provincia di Sassari: misure di prevenzione in atto

La Protezione civile supporta il modello Bitti