«Le bollette di Abbanoa?Ora non le pagheremo»

0
33

Alghero, duro attacco del sindaco: il nostro Comune ha ben altre priorità Conoci contro l’ente regionale: provvederemo nei modi e nei tempi congrui

ALGHERO. Abbanoa chiede ai Comuni il pagamento di vecchie bollette, ma la richiesta scatena la protesta degli amministratori municipali. Una richiesta legittima (anche se non mancano le contestazioni da parte delle amministrazioni comunali molte delle quali hanno citato in giudizio l’ente regionale), ma che alcuni amministratori definiscono “improvvida e improvvisa”.

Una protesta che coinvolge anche l’amministrazione di Alghero che ha sempre avuto un burrascoso rapporto di convivenza con la società che in Sardegna gestisce il servizio idrico integrato. Amministrazione che «ha preso atto della incredibile richiesta di Abbanoa pervenuta in mattinata (ieri) a tutti i Comuni della Sardegna con la quale, utilizzando in maniera distorta una nota dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici, pretende il pagamento urgente dei corrispettivi del servizio idrico integrato, utilizzando a pretesto «l’attuale situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19».

«Incredibile – è il commento del sindaco di Alghero Mario Conoci – Abbanoa lo fa peraltro con modalità che il presidente dell’Anci Sardegna Emiliano Deiana definisce “di una solerzia e violenza fuori dal comune”».

«Il Comune di Alghero – spiega il sindaco – si è attivato sulla base della direttiva per pagare tutte le imprese private che avessero maturato crediti liquidabili da parte dell’amministrazione municipale, al fine di immettere liquidità nel settore e dare ossigeno all’economia privata che in questa fase sta subendo e subirà ripercussioni gravissime. I rapporti tra i Comuni della Sardegna e Abbanoa sono altra cosa e su questo aspetto esistono contenziosi da verificare caso per caso, lo dicono i dati dimostrati anche dall’ultimo bilancio dell’Ente. Di sicuro, in questo momento, il nostro Comune, come riteniamo tutti gli altri, ha ben altre priorità rispetto a quelle presentate in maniera improvvida e discutibile da Abbanoa». Priorità che riguardano la salute pubblica e l’assistenza alle famiglie e alle imprese.

«Riteniamo che Abbanoa – aggiunge Mario Conoci – piuttosto che mettere in atto azioni del genere, dovrebbe mettersi dalla parte delle istituzioni che affrontano questa emergenza con responsabilità e senso del dovere cercando di rendere meno pesante possibile la condizione che stanno vivendo i nostri concittadini che stanno soffrendo questa enorme emergenza. I Comuni, con le regole stabilite da Egas – è la conclusione del sindaco di Alghero – pagheranno nei modi e nei tempi congrui Abbanoa».

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome