Troppi in Sardegna gli operatori sanitari colpiti dal COVID-19

0
38
L’emergenza COVID-19 ha distinto la Sardegna per il numero di sanitari risultati positivi al virus. A fronte di un dato nazionale che lo fissa al 9% – sempre altissimo se pensiamo che è doppio di quello registrato in Cina – in Sardegna abbiamo un drammatico 27%, triplo del nazionale, che indica l’esistenza di ben 133 medici malati.
I dati forniti in videoconferenza dall’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu ne danno la diffusione per provincia: la poco invidiabile prima posizione spetta alla provincia di Sassari con 106 operatori sanitari colpiti (32%), segue Nuoro con 14 (25%), Sud Sardegna con 4 (19%), Città Metropolitana di Cagliari con 9 (11%).  Ad Oristano non si registrano casi.
Tutte le province sarde, Oristano esclusa, fanno peggio del dato nazionale.
Sono indici che, al di là dell’incidenza del fattore “caso”, segnalano come probabilmente qualcosa non abbia funzionato nei protocolli utilizzati per affrontare la pandemia. L’apertura di fascicoli giudiziari, l’arrivo di militari della sanità a Sassari e la nomina del commissario dell’AOU a Sassari  indicano, da un lato, la necessità di fare chiarezza, dall’altro che sono in atto correttivi che si spera siano efficaci. Non ci resta che aspettare i risultati. Stando a casa.

continua a leggere su: Sassari Notizie

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome