Porto Torres, è giallo sulla morte di un 23enne in Trentino

0
27

Il giovane era partito dopo avere trovato un lavoro stagionale. Aveva febbre e problemi respiratori ma il tampone Covid era stato negativo

PORTO TORRES. Una morte avvolta dal mistero quella di un giovane portotorrese di 23 anni, trovato senza vita in un paesino del Trentino Alto Adige dove si era trasferito con tanto entusiasmo e voglia di lavorare. I carabinieri della stazione di Torbole, piccolo centro in provincia di Trento, venerdì hanno trovato il suo corpo dentro la casa dove viveva e rientrava quando finiva il suo turno di lavoro in una lavanderia industriale. Ancora difficile la ricostruzione delle ultime ore di vita del giovane, che nei giorni scorsi aveva iniziato ad accusare febbre alta, anche a 40 gradi, mal di testa e dei sintomi respiratori preoccupanti. I medici lo avevano anche sottoposto per due volte al tampone del coronavirus in giornate diverse, sempre con esito negativo. La situazione è però precipitata a metà della scorsa settimana, quando il giovane si è aggravato e non rispondeva più al telefono. I familiari hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri con una telefonata e a quel punto sono venuti a conoscenza del terribile epilogo della vicenda.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome