Sassari, festa tra studenti nella terrazza di un palazzo: scoperti con il drone dalla polizia locale

0
149

Quasi tutti spagnoli ora rischiano guai seri per avere violato i divieti legati all’emergenza coronavirus. L’intervento degli agenti in via Matteotti

SASSARI. Stavano festeggiando un compleanno a Sassari tra brindisi, cori, risate e abbracci, totalmente disinteressati di divieti, prescrizioni e precauzioni. La festa si stava svolgendo sul tetto terrazzato di una palazzina alla quale si accede da via Matteotti, ma che si affaccia sulla centralissima via Turati. La baldoria, dunque, è passata tutt’altro che inosservata. Decine di residenti, affacciati ai balconi, hanno chiamato il 113. Sul posto sono arrivate le pattuglie della polizia e i vigili urbani. Hanno bloccato il traffico, tra l’incredulità delle persone, per consentire il volo di un drone che ha ripreso il party abusivo in terrazza e ha permesso agli uomini della polizia locale, coordinati dal comandante Gianni Serra, di identificare i partecipanti. Studenti universitari, per lo più stranieri, prevalentemente spagnoli. La loro posizione è al vaglio degli investigatori, ma rischiano guai seri. Sempre meglio del linciaggio cui hanno rischiato di essere sottoposti a opera degli abitanti del quartiere, che all’arrivo delle forze dell’ordine hanno protestato vivacemente. Secondo quanto si apprende, una buona parte dei ragazzi coinvolti nei festeggiamenti contro ogni prescrizione governativa anti-coronavirus abitano in alcuni appartamenti della stessa palazzina con terrazza panoramica all’interno della quale oggi si è consumato il blitz di vigili e poliziotti. (ANSA)

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome