Coronavirus, sassarese va a fare la spesa col cane di peluche sotto il braccio: segnalato

0
73

La polizia locale lo ha fermato durante i controlli per accertare che le persone rispettino le norme contro la diffusione dell’influenza Covid 19

SASSARI. Nuovi controlli e nuove denunce nei confronti di persone che violano la normativa in materia di contrasto al Covid-19, l’influenza causata dal coronavirus. Ieri 17 marzo la Polizia locale ha eseguito 151 controlli sulle persone nelle strade e negli spazi pubblici e 36 su attività commerciali, con quattro denunce totali. Oltre all’esercente che, autorizzato ad aprire come rivendita di tabacchi, svolgeva anche attività di bar, servendo caffè, ieri un’altra denuncia è scattata perché all’interno di un’attività aperta per 24 ore al giorno erano presenti più persone, mentre era assente il dipendente che avrebbe dovuto sanificare e regolare gli accessi.

Due persone sono state denunciate perché non hanno saputo motivare la loro presenza per strada. Un uomo è stato segnalato alla Polizia locale perché aveva un cane di peluche sotto il braccio. Fermato dagli agenti, ha mostrato l’autocertificazione in cui attestava che stava andando in realtà a fare la spesa, aggiungendo solo una nota di colore. La Polizia locale ha accertato che l’uomo è andato al supermercato e subito dopo è tornato direttamente a casa con le buste della spesa.

“I controlli della Polizia locale sono continui e serrati, alcuni resi possibili anche grazie alle segnalazioni di altri cittadini, la maggior parte – si sottolinea nella nota dei carabinieri – che hanno capito la gravità della situazione e l’importanza di rispettare tutte le norme a tutela della salute dell’intera collettività. Uscire per motivi diversi da quelli previsti dalla autocertificazione, scaricabile nella nuova versione dal sito www.comune.sassari.it rappresenta non solo un reato, sanzionato anche con l’arresto, ma soprattutto un grave pericolo per sé, per i conviventi e per tutte le persone che per necessità devono uscire. Il Covid-19 può essere anche asintomatico, quindi si può essere portatori senza avere alcun sintomo: ridurre quanto possibile i contatti tra persone a oggi è l’unico modo per contenerlo. Sul sito www.comune.sassari.it sono pubblicate tutte le informazioni continuamente aggiornate, sia sui servizi attivi nel territorio, sia sui contatti telefonici e indirizzi mail dell’Ente per potere ottenere certificazioni, documenti e comunicazioni senza recarsi negli uffici. Inoltre numerose scadenze – si conclude nella nota della polizia locale – sono state prorogate con decreto legge, anch’esso pubblicato integralmente nel sito del Comune”.

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome