La Pelosa finisce in cassaforte

0
32

Via libera del consiglio comunale alla gara d’appalto per servizi, manutenzione e vigilanza

SASSARI. Una robusta dose di scaramanzia, tanta speranza. E la serena consapevolezza che il lavoro va comunque portato a termine. Perché prima o poi l’incubo coronavirus finirà. E quando succederà uno dei gioielli della Sardegna, e del mondo intero, sarà al sicuro in cassaforte.

Va avanti il piano di tutela della spiaggia gioiello di Stintino. Per la fruizione della quale, a partire da questa estate, saranno attivati i servizi di emissione e verifica degli accessi, accompagnamento dei diversamente abili, informazione e sensibilizzazione ambientale, pulizia e manutenzione, utilizzo dei servizi igienici, vigilanza. E tornerà, inoltre, il servizio a pagamento per la sosta delle auto.

Tutti pezzi del più complessivo piano che ha le sue misure simbolo nel “numero chiuso” e nel contributo per l’accesso (il sindaco Antonio Diana non vuole sentire parlare di ticket).

E, proprio per dare gambe al progetto, il consiglio comunale di Stintino nell’ultima seduta (svolta chiaramente a porte chiuse per l’emergenza sanitaria covid-19) ha dato il via libera alla predisposizione dell’appalto, che avrà la durata della stagione estiva.

La concessione dei servizi sarà affidata con apposita gara e l’area interessata sarà quella compresa tra la prima e l’ultima passerella per la discesa a mare. Il servizio sarà effettuato dal 1 giugno al 30 settembre, nella fascia oraria compresa tra le ore 8 e le ore 18. Inoltre, il sistema di pagamento e rilascio delle ricevute avverrà attraverso sistemi di pagamento elettronici a carico della ditta appaltatrice.

È stato il sindaco Antonio Diana che, nella illustrazione dell’argomento sui nuovi servizi che in estate saranno fruibili sulla spiaggia, ha ricordato che proprio di recente la giunta ha approvato l’istituzione, in via sperimentale per il 2020, della limitazione degli accessi alla spiaggia.

Tra queste limitazioni il numero massimo di 1500 persone al giorno, nel periodo compreso tra il 1 giugno e il 30 settembre.

La giunta, inoltre, ha stabilito che per i servizi erogati ai fruitori, compresa la manutenzione dell’arenile, delle fontanelle per il risciacquo dei piedi, la pulizia della spiaggia, l’informazione e la sensibilizzazione ambientale, l’accompagnamento dei diversamente abili, all’utente verrà chiesta una compartecipazione di 3,5 euro.

Servizi come bagni e docce – ha detto ancora il primo cittadino – saranno compresi nel costo della compartecipazione e fruibili al centro servizi, situato a monte della spiaggia, sulla strada principale.

E proprio sulla strada tornerà, anche questa estate, il servizio parcheggi a pagamento. Sarà una gara telematica a stabilire chi svolgerà il servizio che prenderà il via il 1 giugno per concludersi il 30 settembre.

Differenti gli orari di attivazione del servizio, a seconda del periodo. E così dal 1 giugno al 31 agosto il parcheggio a pagamento alla Pelosa sarà attivo dalle ore 8 alle ore 20 mentre per tutto settembre dalle ore 8 alle ore 18.

Il sistema di pagamento delle tariffe avverrà attraverso parcometri e idonee applicazioni informatiche che consentono il pagamento attraverso lo smartphone.

A svolgere il servizio di controllo della sosta sarà personale della ditta vincitrice della concessione e che, dopo un corso e il superamento dell’esame, avrà la qualifica di ausiliari del traffico.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome