Al via la progettazione delle due nuove rotatorie

0
68

L’opera è stata affidata alla sassarese Tecnoprogetti per 25mila euro Rotonde in via Sassari e all’incrocio tra le via dell’Erica e via dei Corbezzoli 

wPORTO TORRES. È stata affidata alla società di ingegneria Tecnoprogetti Italia di Sassari la progettazione definitiva ed esecutiva, con una somma di 25mila e 371 euro, per la messa in sicurezza delle intersezioni stradali tra via Sassari e via dell’Erica e tra via dell’Erica e via dei Corbezzoli.

L’amministrazione comunale ha proceduto all’affidamento diretto previa consultazione di più operatori e mediante la richiesta di offerta attraverso il mercato elettronico della Regione, SardegnaCAT. Sono stati invitati a presentare l’offerta per l’incarico di progettazione l’ingegnere Antonio Fraghì con sede a Sassari, l’ingegnere Paolo Rossati con sede a Porto Torres, l’ingegnere Marcello Cherchi con sede Sassari e l’ingegnere Tonino Piras della società di ingegneria Tecnoprogetti Italia.

I progetti riguardano la realizzazione di due rotatorie all’ingresso alla città, quanto mai necessarie e urgenti per poter disciplinare la sicurezza del traffico veicolare. La priorità più importante riguarda l’incrocio pericoloso dove è posizionato da anni l’impianto semaforico, spento oramai da circa un anno, dove si concentra un altissimo traffico veicolare in entrata e in uscita dal quartiere di Serra Li Pozzi. Nei mesi scorsi ci sono stati diversi incidenti a causa della mancata precedenza per il semaforo non funzionante e a quel punto il Comune ha rotto gli indugi stanziando una quota di 500mila euro, dall’avanzo di amministrazione, per fare costruire le due opere pubbliche.

Nella cifra è infatti ricompresa anche la dismissione della rotatoria provvisoria, realizzata con i new jersey di plastica, realizzata a metà della bretella stradale. Al suo posto sarà costruita un’opera completa che possa garantire maggiore sicurezza e una perfetta fluidità del traffico in più direzioni. Quel crocevia è infatti molto trafficato ed è percorso dalle vetture dirette verso Sassari, i quartieri periferici e viale delle Vigne. E anche in direzione delle località costiere di Platamona, Marina di Sorso, Castelsardo e Santa Teresa di Gallura.

«I lavori di progettazione per la messa in sicurezza delle intersezioni stradali sono stati affidati in seguito alle verifiche di legge della società di ingegneria affidataria – dice l’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Derudas -, ed era uno degli obiettivi primari di questa amministrazione mettere in sicurezza la zona di ingresso alla nostra città, limitando la velocità in ingresso e modificando la viabilità in un punto così nevralgico. Lo si è fatto impegnando importanti somme da bilancio – aggiunge – e i tecnici sono al lavoro: il nostro ufficio tecnico si è già interfacciato chiedendo massima celerità nella consegna degli elaborati e i prossimi passi saranno l’approvazione dello studio di fattibilità e del conseguente progetto esecutivo-definitivo in modo da bandire la gara per i lavori in tempi accettabili».

L’assessorato ai Lavori pubblici sta procedendo nel frattempo anche all’affidamento di altri lavori, per una somma di 380mila euro, per mettere in sicurezza altri tratti interni alla città come via Mare e via Largo Pascoli.

continua a leggere su: La Nuova Sardegna

promo lavazza sassari

RISPONDI

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome