in

Aeroporti Sardegna, ecco i risultati conseguiti nel 2019 dall’Agenzia Dogane Monopoli

Continua l’impegno dei funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) delle Sezioni Operative Territoriali dei tre aeroporti della Sardegna – notoriamente interessati da rilevanti flussi di viaggiatori nel periodo estivo e in occasione delle maggiori festività – per assicurare, tra l’altro, la salvaguardia della salute, la tutela dei diritti di proprietà intellettuale, la sicurezza dei prodotti e delle specie protette in via di estinzione.
È in questi periodi, infatti, che si concentra la maggior parte dei viaggiatori che raggiungono le ambite mete turistiche, transitando per gli aeroporti del nord e sud Sardegna, ove l’attività di controllo e di analisi dei flussi da parte del personale doganale ha richiesto, anche per l’anno 2019, un alto livello di attenzione che ha portato a sottoporre a sequestro: prodotti contraffatti, a tutela dei diritti della proprietà intellettuale e per la sicurezza dei cittadini, per un valore complessivo pari a 150.000 euro per 154 pezzi di cui orologi di prestigiosi marchi quali Rolex, Audemars Piguet Royal, Panerai Submersible, Armani, Chanel, ecc. (10 pezzi) e abbigliamento e accessori vari di marchi quali Bulgari, Gucci, Ralph Lauren, Versace, Chanel, Burberry, Philipp Plain, Adidas, ecc. (144 pezzi);sostanze stupefacenti del tipo hashish, marjuana e cocaina che, seppur non per quantitativi considerevoli, hanno avuto risvolti penali oltre che amministrativi;prodotti privi della certificazione CITES, in violazione alla Convenzione di Washington, costituiti prevalentemente da corallo bianco tipo Scleractinia spp (26 pezzi) e conchiglie di varie tipologie provenienti dalle Maldive, molluschi pinna nobilis (3 esemplari c.d. nacchere), ma anche pregiato; caviale occultato nel bagaglio da stiva di viaggiatori provenienti dalla Russia; prodotti di origine animale (carni, latticini) e vegetale sprovvisti della prescritta certificazione sanitaria, in violazione del Reg. CE 206/2009 e art. 1 co. 3 del D.M. Salute del 10/03/2004 e s.m.i., provenienti prevalentemente da Cina, Est Europa e Russia per Kg. 350, nonché farmaci contenenti lo stesso principio attivo del VIAGRA ma non autorizzati dall’AIFA e, pertanto, pericolosi per la salute dei cittadini.

continua a leggere su: Sassari Notizie

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Enthusiast

Written by ViviSassari

Years Of MembershipList MakerMeme MakerPoll Maker

Venerdì a Ploaghe lo spettacolo teatrale sulla droga premiato dal Presidente della Repubblica

Sergio Mattarella a Sassari per l’inaugurazione del 458° Anno Accademico dell’Università